avatar5.jpg

arazzo contemporaneo © Fabio Fornasari

For the inhabitants: who know what is to be an avatar

Con la permanenza (ormai non più sola immersione) in Second Life, io come altri, abbiamo in qualche modo cambiato le nostre percezioni. Personalmente, l’auto-osservazione è cambiata facendomi nascere un piccolo pensiero: Second Life non è una tavola lucida a cristalli liquidi dove le situazioni non lasciano tracce, dove le persone non si intrecciano. Anzi. Si è composto nella mia testa come un arazzo dove le persone si sono costruite punto per punto, i fatti si sono annodati e hanno costutuito una figura chiara. Non siamo malati di digitali, siamo semplicemente noi stessi in tutto ciò che facciamo. Come scrive anche Laura Liu Lunasea nel suo post e come scriverà Roberta Rosa Wechter in futuro.

Avatar who know

Velas Liunasea
Monica Fayray
Roberta Greenfield
Junikiro Jun
Clarita Laville
Frank Koolhas
Joannes Bedrosian
Eliver
Fabius Alter
Deneb Ashbourne
. . . . . . ning . . . . . .

scusate le omissioni, l’elenco si allungherà certamente. le persone che ho scelto ne hanno parlato nei loro blog.